Sant'Arsenio - Placido: vi racconto il SUD - I fatti

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cartaceo > Settembre
Sant'Arsenio
PLACIDO: “VI RACCONTO IL SUD”
L’ artista ospite della Banca Monte Pruno
di Antonio Lovito

Sabato 11 luglio, a Sant’Arsenio la Banca Monte Pruno ha reso pubblici i bilanci semestrali relativi al 2015, entusiasmo per i numeri e per la presenza di oltre mille persone provenienti da Potenza, dalla Valle del Diano e dagli Alburni. Presenti artisti di fama e il giornalista Rai Angelo Raffaele Amelio. Lo showman Gino Rivieccio ha imitato Bassolino prima e De Luca poi. Emblematiche le parole del direttore dell’istituto di credito cooperativo, Michele Albanese: “Questo evento rispecchia i caratteri della nostra banca, che coniuga numeri e cultura, numeri e persone e sono contento che tale scelta ci stia dando ragione”. La serata ha visto come ospite d’onore Michele Placido, che ha fissato la propria attenzione su Carlo Levi, sul Sud, sul brigantaggio e sull’Unità d’Italia. “Penso che sia doveroso quando si vuole cominciare un discorso sul meridione italiano partire da Carlo Levi per ciò che ha significato per la storia del Sud e per l’amore che nutriva nei confronti dei nostri territori. È per questo che ho pensato ad un omaggio letterario a questo grande uomo, ripercorrerò le tappe del suo impegno per il Sud. Un’altra tematica che mi sta a cuore è quella del brigantaggio e non solo perché Angelo Crocco Donatelli, noto brigante, è anche mio antenato dal ramo della mia nonna paterna. All’interno delle varie brigate molti Placido furono fucilati dai bersaglieri. Ritengo che la storia bandita possa essere considerata il passo più importante nel processo della storia dell’Unità d’Italia e sono contento che oggi le si stia dando il giusto peso. Bisogna dare eco al tributo di sangue e ai sacrifici degli uomini del Sud e delle piccole comunità per la costruzione dell’intero Paese”.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu