Martedì 6 agosto alle ore 22 al Complesso Monumentale del Monastero di San Giovanni di Cava de’ Tirreni, per il Moro Summer Tour serata di jazz d’autore con Fabrizio Bosso e Javier Girotto a capo dei Latin Mood, la superband che annovera Natalio Mangalavite al pianoforte, Luca Bulgarelli al basso, Lorenzo Tucci alla batteria e Bruno Marcozzi alle percussioni (inizio ore 22, biglietti 20€ in prevendita su posto riservato.it info e prenotazioni al 33349490269).
Tango, milonga, chacarera, candombe e…jazz, in proporzione variabile. Doppia è la leadership come anche l’anima musicale dei Latin Mood: da una parte il trombettista Fabrizio Bosso chiama a raccolta i talenti più rappresentativi del jazz italiano, dall’altra il sassofonista Javier Girotto imprime il bollino doc della musica argentina, portando con sé uno specialista del genere come il connazionale Natalio Mangalavite.
Tra beat latino-americani e iniezioni di movenze afroamericane, il Latin Mood è uno sviluppo e ampliamento del Latin Quintet creato da Bosso e Girotto nel 2006. I lavori discografici della band, “Sol!” e “Vamos”, mettono in luce un dinamismo incontenibile ma anche assoli di struggente bellezza. Non manca quel senso di divertissement tipico della musica sudamericana, nella quale alta espressione artistica e svago popolare non sono mai disgiunti. Le performance dal vivo dei Latin Mood sono contagiose dalla prima all’ultima nota proprio per la loro costante capacità di rinnovarsi, passando dal ballabile al tribale, dalle suggestioni struggenti alle riscosse battagliere.
Ad aprire il concerto sarà il duo composto da Gianmarco Volpe alla chitarra e  Manù Squillante voci e batteria.
stampa
Condividi
Pubblicità
You May Also Like

IL CANE DEL PREGIUDICATO AZZANNA UN POLIZIOTTO: ARRESTATO IL PADRONE. IN CORSO ACCERTAMENTI SULLA PERICOLOSITA’ DEL CANE

In un mobile adiacente il divano letto, veniva rinvenuto un rilevatore di microspie, con auricolari, perfettamente funzionante. Durante le fasi della perquisizione domiciliare, uno degli agenti veniva azzannato da un cane di grossa taglia, di proprietà dell’arrestato che lo aizzava con lo sguardo e con movimenti delle mani, contro l’operatore di polizia
Condividi

PREGIUDICATO FUGGE DA CREMONA A CAVA: LA POLIZIA LO ACCIUFFA

Il quarantenne è stato associato alla casa circondariale di Salerno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per l’espiazione della pena
Condividi

“IO SONO ANNE FRANK”, UNA MOSTRA PER NON DIMENTICARE

«Che bello il fatto che nessuno debba aspettare un momento particolare per iniziare a migliorare il mondo». Così diceva la tredicenne ebrea, simbolo di tutte le vittime della Shoah. Dalle sue parole prende spunto la nuova mostra in programma al Marte Mediateca Arte Eventi di Cava de’ Tirreni
Condividi

SPARI IN OSPEDALE: UN ARRESTO E UNA DENUNCIA

Un uomo, recatosi presso la struttura sanitaria poiché informato di un’aggressione ai danni del proprio figlio, medico in servizio presso il medesimo ospedale, per via della pretesa di un uomo di permanere indebitamente in corsia ad assistere ad accertamenti cui era sottoposto un proprio congiunto, portatosi nel piazzale antistante il Pronto Soccorso, nel contesto di un acceso confronto con il citato individuo, estraeva la pistola revolver – regolarmente detenuta ma abusivamente portata – ed esplodeva due colpi che lo raggiungevano agli arti inferiori.
Condividi