Nell’ambito dei servizi di repressione dei reati, in particolare per contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nella città di Salerno, gli agenti della Polizia di Stato della Sezione Falchi della Squadra Mobile, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un uomo ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Durante il pattugliamento, con equipaggi moto-montati, nelle zone del capoluogo interessate dal fenomeno della “movida”, ritenute sensibili perché particolarmente esposte ai reati concernenti lo spaccio delle sostanze stupefacenti di vario tipo, gli agenti della Sezione Falchi hanno proceduto al controllo di una persona già nota alle forze dell’ordine e nel corso della perquisizione personale e domiciliare a cui è stato sottoposto, hanno rinvenuto e sequestrato circa gr. 6,991 di eroina, gr. 3,980 di hashish e gr. 98,407 di cocaina oltre a bilancino di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi. L’uomo fermato, di anni 42, con precedenti specifici, è stato tratto in arresto e, dopo le formalità di rito, sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione in attesa delle determinazioni dall’Autorità Giudiziaria.

 

stampa
Condividi
Pubblicità
You May Also Like

ANDREA BELLANDI: IL VESCOVO DELLA SPERANZA

“Il mio augurio e la mia speranza è che Monsignor Andrea Bellandi possa riaccendere il fuoco dell’amore per Cristo a partire dal clero locale e che questa fiamma possa propagarsi a tutta la cittadinanza. Auguri e buon lavoro, Eccellenza”
Condividi

DALLA MUSICA AL CUORE: IL SENTIERO SEGRETO SVELATO DA FRANCO MUSSIDA, COFONDATORE DELLA “PREMIATA FORNERIA MARCONI”

Attraverso una parola inventata, la fonosintesi, Mussida ha spiegato come le persone, attraverso il loro carattere – flemmatico, entusiasta, malinconico – reagiscono in modo differente alla stessa musica. Questo processo che è riconosciuto ampiamente nel campo medico, potrebbe servire anche come terapia per il miglioramento di patologie degenerative
Condividi

SINDROME DI SJOGREN: SABATO UNA GIORNATA DI STUDI

A causa della complessità clinica della sindrome, una diagnosi precoce e una prevenzione mirata sono sempre molto difficili ma assolutamente necessaria; per superare questo pesante ostacolo identificativo sarà opportuno lavorare in rete per la presa in carico a 360 gradi di questi malati. Sabato 27 luglio una giornata di studi al Grand Hotel Salerno a partire dalle ore 9,00
Condividi

GUIDANO SOTTO ALCOOL E DROGA: LA POLIZIA STRADALE RITIRA NOVE PATENTI E DETRAE 140 PUNTI

Il prelievo dei campioni biologici salivari è effettuato sotto il diretto controllo del personale della Polizia di Stato dell’Ufficio Sanitario Provinciale, nel rispetto della riservatezza e dell’integrità personale degli automobilisti controllati. L’eventuale esito positivo costituisce il presupposto per effettuare ulteriori accertamenti, con valenza medico legale, svolti, successivamente, da laboratori accreditati dalla Polizia di Stato
Condividi