La foto é presa dal sito web del Convento di San Francesco

 

 

Gli agenti della Polizia di Stato della Sezione Volanti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de’ Tirreni hanno tratto in arresto un uomo responsabile del furto in chiesa delle offerte dei fedeli. Sorpreso a rubare nelle sale del Convento di San Francesco di Cava de’ Tirreni, inizialmente l’uomo riusciva a scappare, ma la fuga è stata breve, terminata nei bagni della chiesa, dove i poliziotti della Volante, a seguito della segnalazione di un prelato al Centro Operativo del Commissariato, lo hanno trovato con la refurtiva, una cassettina contenente i ricavati dalle offerte dei fedeli abilmente asportata dal muro al quale era ancorata. Sottoposto a perquisizione personale, l’uomo poi identificato, 46 enne italiano, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e contro la persona, è stato trovato in possesso di un arnese atto allo scasso appena utilizzato per l’asportazione della cassettina. Condotto presso gli uffici del Commissariato è risultato inoltre destinatario del provvedimento dell’obbligo di dimora nel Comune di Salerno, con la prescrizione di non allontanarsi senza l’autorizzazione dell’Autorità Giudiziaria. Dopo gli accertamenti di rito l’uomo è stato arrestato per furto aggravato e violazione dell’obbligo di dimora nel Comune di Salerno e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per la convalida ed il contestuale giudizio direttissimo.

stampa
Condividi
Pubblicità
You May Also Like

PREGIUDICATO FUGGE DA CREMONA A CAVA: LA POLIZIA LO ACCIUFFA

Il quarantenne è stato associato alla casa circondariale di Salerno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per l’espiazione della pena
Condividi

CONTROLLI A TAPPETO, MULTE, SANZIONI POI LA POLIZIA RITROVA UN’AUTO RUBATA

Un’auto rubata é stata rinvenuta ancora in moto, abbandonata sul ciglio della strada  provinciale che conduce a Pellezzano, mentre gli uomini a bordo riuscivano a far perdere le proprie tracce dileguandosi nella fitta vegetazione di un burrone
Condividi

RUBANO AUTO: LA POLIZIA LI FERMA

Rinvenuti una pistola giocattolo in plastica, con il tappo rosso occultato da adesivo di colore nero, due coltelli tipo cucina con lama lunga 11 cm, una tenaglia, una chiave inglese, due chiavi a tubo, una centralina,  una chiave Autovettura Fiat Panda, una chiave a brugola e quattro palline da tennis, notoriamente usate per l’apertura delle chiusure centralizzate delle autovetture
Condividi

SPARA DALLA FINESTRA DI CASA: I VICINI CHIAMANO IL 112, 87ENNE NEI GUAI

Sul posto interveniva personale del Gabinetto di Polizia Scientifica per i rilevi tecnici
Condividi