di Marco Naponiello

Le elezioni più importanti della storia dell’ Unione Europea? Integrazione contro disintegrazione comunitaria. Ne discutiamo, con un bicchiere davanti, con Alessandro Faggiano Caporedattore di Termometro Politico che pone questi quesiti:

Perché saranno le elezioni europee più importanti della storia? La sfida è tra i fautori del ritorno; della sovranità nazionale e i grandi sostenitori dell’impalcatura comunitaria. I primi sono; rappresentati sempre più da Salvini, insieme a Le Pen, Orban, Sebastian Kurz e, ultimamente, Santiago Abascal. Dall’altro lato il vero leader degli unionisti è Emmanuel Macron. Una competizione elettorale che non si basa su temi concreti, ma sulla visione di futuro. Come siamo arrivati a questo punto? Le ragioni dell’auge dell’estrema destra. Dalla Brexit, passando per Trump, fino all’ exploit di Le Pen, Salvini e Kurz. Il ruolo colpevole della sinistra. Quali errori sono stati commessi? La deriva neoliberista dei partiti socialdemocratici ha generato un vuoto di rappresentanza non solo economica, ma anche identitaria. Quali saranno i temi chiave di questa competizione elettorale? Dall’immigrazione, alla visione dell’Europa, fino alla sfida sui diritti civili, il femminismo e l’ecologismo. Che scenari si prospettano? Come cambierà lo scenario a livello comunitario con l’entrata,prepotente, dell’estrema destra nel’l europarlamento?

stampa
Condividi
You May Also Like

PICCHIA LA MOGLIE, LA POLIZIA LO ARRESTA

Alla vista degli agenti, l’uomo non solo non ha fermato la propria condotta violenta ma ha continuato ad ingiuriare e colpire la moglie
Condividi

GRUPPO FORTE: RIABILITAZIONE E RICERCA

Intervista al direttore Alfonso Forte di Carmine De Nardo Intervistiamo il dottor…
Condividi

SALVINI A SALERNO, I CONTESTATORI: ABBIAMO FATTO IL NOSTRO DOVERE

di Salvatore Forte Grande spiegamento di forze. Poche persone ad ascoltare un…
Condividi

RICOMINCIO DA ME…ESTETICA SOCIALE E ONCOLOGICA

Il progetto “Ricomincio da me” di Myriam Mazza nato a Messina,  esteso e realizzato in modo gratuito e volontario  anche a  Catania, Napoli, Firenze e ora a Salerno, si occupa della cura estetica delle donne in terapia oncologica
Condividi