“Per me é solo una partenza, non un arrivo”
di Giuseppe Trivisone

E’ terminata da poco la kermesse del Festival della canzone napoletana andata in onda su Rete Capri.

Nino Auricchio ha partecipato  insieme ad altri venti artisti selezionati dalla commissione capitanata da Dario Salvatori, Marinella Venegoni e Ilio Masprone. Il giornalista torinese Ilio Masprone, dopo tanti anni, é riuscito a riportare a Sanremo la canzone napoletana. Ottimi i consensi del comune di Sanremo e del casinò municipale della stessa città, location delle serate  del concorso “Sanremo canta Napoli”.

Nino Auricchio è originario di Boscoreale e ama la musica più di tutto. Sin da piccolo ha partecipato a varie manifestazioni canore con notevole gradimento di pubblico, quello in sala e quello delle piazze. Buona l’accoglienza della critica. Inizia a studiare sin da piccolo canto e tra i suoi idoli ci sono Massimo Ranieri, Mino Reitano, Nino D’Angelo e tanti altri.

Le sue interpretazioni spaziano da brani italiani a quelli in lingua napoletana,  ed è proprio con questa lingua che si é presentato al primo concorso “Sanremo canta Napoli” con un suo inedito realizzato in collaborazione con “Il giardino dei semplici”.

Nino ci racconta che partecipare al festival  e stata per lui una grandissima soddisfazione sia personale che professionale e aggiunge: “Per me é solo l’inizio, una partenza non un arrivo”.

Presto presenterà il suo primo lavoro discografico in cui canta l’amore, i sogni, la paternità.

Al talentuoso Nino Auricchio gli auguri di una carriera lunga brillante.

T.

stampa
Condividi
Pubblicità
You May Also Like

IL LIBRO ROSSO

Salvatore Bini: “Era un dovere preservarlo trascrivendolo integralmente” di Maria Rosa Altilio…
Condividi

La riorganizzazione della gestione della banca

Una Bcc più concreta e più flessibile ed elastica per le nuove…
Condividi

Vito Pompei Pindozzi: Eboli ed io

Perché si svuotano solo i cestini stradali dei rifiuti e non si puliscono anche le ceneriere? Perché non si spazza sui piani del parcheggio a pagamento nella piazza antistante l’Ospedale? Piccole inefficienze che sintomo di grande sciatteria.
Condividi

Maria Grazia Pignata presenta “Il progetto”

La giovane scrittrice narra di Elettra e Isabella, due donne dall’anima in frantumi. Il destino fa in modo che tra loro nasca un’amicizia che permetterà a entrambe di salvarsi
Condividi