Arrestato usuraio di Sala Consilina: brillante operazione dei Carabinieri e certezza della pena.

I Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, all’esito di una articolata e serrata attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Lagonegro, hanno tratto in arresto – in flagranza di reato – un 40enne, pregiudicato di Sala Consilina, per usura.

Nella circostanza i militari bloccavano il reo immediatamente dopo aver ricevuto da una vittima di usura – un 41enne originario del comprensorio del Vallo di Diano – la somma contante di 200 euro, parte di un più ampio credito usurario.

La vittima aveva denunciato che, a fronte di un prestito di 1.000€, l’usuraio avrebbe preteso, in tre mesi, la restituzione del triplo della somma (con un tasso usurario del 300%).

Già in passato, mediante l’alienazione di diversi beni propri e dei suoi familiari, la vittima aveva saldato allo stesso usuraio un prestito di 3.000 euro, lievitato nel corso di un semestre, a circa 10.000 euro.

All’esito della rituale udienza di convalida, il Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Lagonegro ha convalidato l’arresto e, su richiesta del P.M., ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare.

stampa
Condividi
Pubblicità
You May Also Like

PLUTO PARK, APRE L’AREA SGAMBATURA PER CANI

La nuova area sgambatura cani è unica nel suo genere in provincia di Salerno ed una delle poche esistenti in Campania: circa 3mila mq, recintati e forniti di servizi, perimetralmente piantumati con 400 piantine a siepe
Condividi

IL VESCOVO SCRITTORE INSIGNITO DAL ROTARY CLUB: S.E.R. GIUSEPPE GIUDICE E’ STATO PARROCO A SALA

La cerimonia si è svolta a Sala Consilina, presso le Scuole Elementari di Via Matteotti, durante  un incontro sul tema dei giovani tanto cari a Don Peppino Giudice
Condividi

MARIJUANA IN CASA: LA COLTIVAVA SUL TERRAZZO, LA ESSICCAVA NELL’ARMADIO. I CARABINIERI LO ARRESTANO

La piccola coltivazione domestica era disseminata in vari ambienti della casa: soggiorno e balconi e l’uomo, al fine di occultare ed essiccare la cannabis con le infiorescenze sature di principio attivo drogante, le appendeva nel proprio armadio assieme ai vestiti
Condividi

Antonio Wancolle racconta la “Torquato Tasso”

“Oggi la Torquato Tasso é un luogo di aggregazione e di memoria. Costituisce un polo di diffusione dei valori sociali, anche con l’organizzazione di eventi. Il Comune ci ha affidato una cappella gentilizia appartenuta alla famiglia Bigotti, già utilizzata nell’800 per le riunioni della società”.
Condividi