Salerno/ Il Circolo Canottieri Irno ha ospitato ieri un interessante appuntamento divulgativo e di sensibilizzazione dal titolo “Il tumore non fa rumore.

L’evento organizzato dal Rotaract Club Salerno ha visto la collaborazione di importanti partner tra cui l’Università degli Studi di Salerno, l’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di Salerno, l’Associazione Italiana Fisioterapisti. Al loro fianco, per il secondo anno, anche l’Associazione Monte Pruno Giovani, rappresenta dal Presidente Antonio Mastrandrea.

È stata un’ottima occasione, grazie alla presenza di illustri relatori, per analizzare un tema di forte interesse per tutti.

Il cancro, infatti, rappresenta la seconda causa di morte al mondo: quasi dieci milioni di morti ogni anno. Un terzo di essi si ammala di cancro per colpa di abitudini sbagliate: sovrappeso, scarsa assunzione di fibre, sedentarietà, fumo e abuso di alcol. Ancora oggi tantissime persone scoprono di avere un tumore troppo tardi, quando quest’ultimo è già in fase avanzata o metastatica. I progressi della medicina hanno certamente aumentato la speranza di vita, ma sono la prevenzione primaria (l’acquisizione di stili di vita sani) e la prevenzione secondaria (la diagnosi precoce) a poter maggiormente incidere.

stampa
Condividi
Pubblicità
You May Also Like

LOTTA ALLA POLIO: IL TRIO DI MONACO IN CONCERTO

Promotori dell’iniziativa la Banca Monte Pruno e i cinque Club Rotary della Città di Salerno
Condividi

SERATA DELLA LEGALITÀ CON ROSARIA CAPACCHIONE

“Nella vita si ha paura una volta sola, poi si deve decidere da che parte stare”. Così, senza timore, la giornalista Rosaria Capacchione ha risposto ad una domanda del pubblico durante l’interessante appuntamento tenutosi stasera a Sacco, proprio a voler testimoniare il suo modo di vivere, il suo modo di affrontare la quotidianità ed il lavoro.
Condividi

POTENZA- ALTALENA IN DONO DALLA MONTE PRUNO AI BAMBINI SPECIALI

Si chiude un altro progetto dedicato ai diversamente abili che vede la…
Condividi

UN BILANCIO STORICO: IL PLAUSO DELL’ASSEMBLEA

I dati assoluti vedono la raccolta totale raggiungere i 785 milioni di euro e gli impieghi netti i 520 milioni
Condividi